giovedì 23 ottobre 2014

Architettura Sociale, presentazione dei risultati nel carcere di Villa Stanazzo

Si terrà domani mattina alle 9 la presentazione dei risultati del progetto "Architettura Sociale" che si è svolto nella Casa circondariale di Lanciano. L'appuntamento è per venerdì 24 ottobre nella casa circondariale.

Obiettivo dell'iniziativa è il miglioramento delle condizioni di vita dei detenuti, anche attraverso il miglioramento della loro formazione e delle possibilità di occupabilità e, quindi, di reinserimento socio-lavorativo.

Parteciperà l'artista Pep Marchegiani, che ha donato l'opera "The Toy", esposta in modo permanente nella sala colloqui dell'istituto. Saranno presenti, inoltre, la direttrice della Casa circondariale, Maria Lucia Avvantaggiato, l'assessore regionale Silvio Paolucci e l'arcivescovo della Diocesi di Lanciano-Ortona, Monsignor Emidio Cipollone.

mercoledì 22 ottobre 2014

Consiglio provinciale, inizia l’era Pupillo. Il neo presidente: “Pericolo dissesto”

Si è insediato ieri il consiglio provinciale. La seduta si è svolta alle 17 nell’aula consiliare alla presenza del Prefetto Fulvio Rocco de Marinis che ha assistito al giuramento del presidente Mario Pupillo. E’ stata poi esaminata l’eleggibilità e compatibilità della nomina degli eletti. Il Presidente ha salutato tutti i consiglieri e ha messo in evidenza il grande lavoro svolto nella prima settimana di nomina. Ha ringraziato il Segretario generale e i Dirigenti che hanno dimostrato, insieme a tutto il personale, la massima collaborazione per intraprendere questa nuova stagione della Provincia in termini giuridico amministrativi e programmatici. Il Presidente ha sottolineato la necessità di approvare uno statuto che regoli le funzioni dell’Ente e in questa ottica ha incontrato lunedì Antonio Di Marco, neo presidente della provincia di Pescara, e Renzo Di Sabatino, neo presidente della provincia di Teramo. E’ stato un incontro importante che ha avuto la finalità di costruire un percorso in rete nelle prime fasi di attività amministrativa e la elaborazione di uno statuto condiviso. Il Presidente ha segnalato alcuni temi importanti e cogenti come la viabilità, la scuola, il piano neve, il commissariamento del Mario Negri, che sono in agenda ben sapendo che la priorità spetta alla approvazione del Bilancio preventivo 2014.

martedì 21 ottobre 2014

Carabinieri Ortona, operazione di controllo del territorio: tre denunce

Un servizio a largo raggio per il controllo coordinato del territorio e' stato svolto, lo scorso weekend, dai reparti dipendenti dei Carabinieri di Ortona. Sulle principali arterie stradali sono stati attuati articolati posti di controllo nei punti nevralgici, al fine di verificare il rispetto delle norme del codice della strada da parte di automobilisti e motociclisti. Si e' proceduto, inoltre, al controllo di persone sottoposte a misure cautelari alternative alla detenzione e a misure di prevenzione personali di Pubblica Sicurezza, per verificare l'osservanza delle prescrizioni imposte agli stessi. Complessivamente sono state controllate 66 autovetture e identificate 84 persone. Tre le persone denunciate in stato di liberta' per violazioni del codice della strada. A Fossacesia i carabinieri hanno fermato per un controllo un giovane di 21 anni di Lanciano che era alla guida dell'auto della madre senza essere in possesso della regolare patente in quanto revocatagli. Patente mai conseguita, invece, per un 59enne di Ortona controllato dai militari dell'Arma mentre era alla guida della sua Mercedes Classe A. L'uomo, fermato nel centro abitato di Ortona, a seguito delle verifiche e' risultato che non aveva mai conseguito la patente. Il mezzo, che e' risultato privo anche della prevista copertura assicurativa, e' stato sequestrato e affidato in custodia giudiziale ad una ditta autorizzata del luogo. Guida in stato di ebbrezza alcolica e con patente sospesa sono invece le accuse per un 53enne di Canosa Sannita, fermato nel centro abitato di Tollo mentre era alla guida di una Fiat Panda. La verifica effettuata mediante l'uso dell'etilometro ha evidenziato un tasso alcolemico superiore ai valori consentiti. Denunciato, invece, per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere, un 48enne di Ortona sorpreso in possesso di un coltello a serramanico con una lama di circa 20 centimetri.

lunedì 20 ottobre 2014

Comunali 2016, sondaggio Lanciano City: chi vorreste come candidato sindaco per il centrodestra?

Il sasso è stato lanciato, nelle scorse settimane, da Fratelli d'Italia-An, che tramite il suo coordinatore cittadino Daniele Lanetta ha fatto sapere che il partito non andrà a "citofonare sotto casa" al candidato sindaco del centrodestra per le Comunali 2016, aggiungendo che, in caso di risposta non soddisfacente da parte della coalizione, non esiterà a correre da solo.

Andando più a ritroso nel tempo, va rilevato che già da un po' si ipotizzano le primarie tra i moderati al fine di individuare la figura migliore per poter tentare, tra due anni, la scalata a Palazzo di Città e restituire così il governo di Lanciano a quella che oggi è la minoranza.

In attesa di capirne (e saperne) qualcosa di più, Lanciano City ha deciso di lanciare un sondaggio: chi vorreste come candidato sindaco per il centrodestra? Quattro le opzioni: Filippo Paolini (foto), già alla guida del capoluogo frentano dal 2001 al 2011; Paolo Bomba, personalità politica eminente (e plurivotata) in forza all'Udc; Ermando Bozza, ancora in cerca di una "rivincita" dopo il flop alle ultime amministrative, complice il fatto che una parte dello schieramento lo appoggiò molto timidamente; Manlio D'Ortona, di fatto il più attivo tra gli esponenti dell'opposizione che siedono attualmente in consiglio comunale. Buona votazione!

domenica 19 ottobre 2014

Pino Valente coordinatore ad interim di Progetto Lanciano

Dopo le dimissioni di Marcello Rovetto, sarà Pino Valente il coordinatore ad interim di Progetto Lanciano, movimento civico fondato dallo stesso vicesindaco. In una nota si legge: «Il movimento civico Progetto Lanciano esprime profonda gratitudine a Marcello Rovetto per l’ottimo lavoro svolto in questi anni e che ha rassegnato le proprie dimissioni dopo il voto del consiglio comunale che ha dato il via libera all’ampliamento dell’Istituto De Titta. Il passo indietro è un chiaro segnale nei confronti di un pezzo della maggioranza che, su argomenti non facenti parte del programma di governo cittadino, non persegue la logica della condivisione ma quella dell’imposizione nei confronti di chi la pensa diversamente». In merito alla vicenda del De Titta, Progetto Lanciano sottolinea che «c’è stato uno scarso confronto all’interno della maggioranza per verificare la validità del progetto: le nostre perplessità si sono accresciute dopo che, in consiglio comunale, l’ingegnere Cristini, funzionario della Provincia di Chieti, su precisa domanda di un consigliere comunale sulla possibilità di destinare i fondi per la messa a norma antisismica sulla parte esistente dell’istituto scolastico ha risposto che non è da escludere un utilizzo di questo tipo». Progetto Lanciano chiede al sindaco Mario Pupillo, anche nella sua nuova veste di presidente della Provincia, di verificare questa possibilità prospettata dal dirigente Cristini: «È necessaria una risposta scritta da parte della Provincia che fughi ogni dubbio. Il movimento civico Progetto Lanciano, qualora infatti dovessero sussistere elementi concreti per un diverso utilizzo dei fondi, si batterà per una diversa allocazione delle risorse finanziarie».